Toscana
Martedì 25 Giugno 2013
 
 
Day 5
Le spiagge di Innamorata e Morcone
 
 
 
 
 
La notte trascorre agitata a causa del vento che non da tregua al nostro povero tendalino, che abbiamo fortunatamente picchettato a dovere, facendolo cigolare ininterrottamente. Almeno il tempo appare splendido non ci sono nuvole all'orizzonte e anche se tira ancora un po' di vento, siamo felici di poter programmare una nuova giornata di mare. Preparato il pranzo al sacco per oggi e messi i costumi, siamo gia' sul Kymco verso la nuova destinazione di oggi: la spiaggia dell'Innamorata.
 
Per arrivarci impieghiamo circa venti minuti, attraversando il paesino di Capoliveri famoso per le miniere, oggi una delle sue attrazioni turistiche. Noi rimaniamo colpiti dal panorama che ci si mostra davanti ad ogni nuova curva: ovunque si possono vedere piccole calette che si aprono sul mare trasparente dalle sfumature smeraldo e turchese. Ogni lido porta con se una precisa impronta dell'uomo e non c'e' spiaggia senza la sua dose di file ordinate di ombrelloni di questo o quello stabilimento.
 
Il risultato e' che lo spazio riservato alla spiaggia libera e' sensibilmente ridotto causando quel sovraffollamento che tanto poco ci piace. Sistemato l'ombrellone e stesi gli asciugamani al sole riusciamo comunque a rilassarci un paio di ore in questa bella caletta incastonata tra le rocce rosse. Purtroppo il vento non e' calato e non abbiamo la fortuna di ammirare l'acqua in tutto il suo splendore, coperta com'e' dalla sabbia scura dei fondali sollevata dalle onde.
 
Dopo mangiato andiamo a fare due foto sugli scogli ai vari yacht che nel frattempo si sono fermati al largo. Nel primo pomeriggio pensiamo di spostarci alla spiaggia di Morcone, poco distante. Qui incredibilmente troviamo molti meno turisti ma capiamo subito la ragione fatto il primo bagno. Il fondale, che a riva e' fatto di piccoli sassolini bianchi, lascia subito il passo a quello di sabbia con uno scalino che in appena due passi ti fa arrivare l'acqua fino al collo.
 
Decisamente questa non rappresenta la meta ideale per una famigliola che vuole alternare giochi con la sabbia a bagni in acqua! Restiamo in spiaggia a crogiolarci al sole fino al tardo pomeriggio e lungo la strada di ritorno facciamo una sosta nel piccolo ma fornitissimo supermercato Conad di Capoliveri. Rispetto al giorno prima l'esperienza risulta migliore sia per la totale assenza di file interminabili di clienti sia per i prezzi, molto piu' ragionevoli.
 
Rientriamo quindi al camperotto e ci facciamo una bella doccia rinfrescante prima di cena. L'unico lato negativo della posizione dell'agricampeggio rispetto all'isola, a volerne proprio trovare uno, e' che dalla nostra esposizione a sud difficilmente riusciremo a godere di un bel tramonto... rimedieremo organizzando una serata a Porto Azzurro o Capoliveri! Con la testa gia' piena delle immagini delle cose che faremo nei prossimi giorni ci addormentiamo felici.
  Diario redatto da Irene
  Fotografie di Andrea
 
 
  Toscana
Martedì 25 Giugno 2013